Archivio mensile:luglio 2018

22.07.2018 – Frinco ha ricordato i suoi tre Missionari

dav

diacono Francesco Cantino e Padre Vito Girotto

dav

foto di gruppo

 

missionari-frinco-articolo-gazzetta

 

FRINCO RICORDA I SUOI TRE MISSIONARI

Domenica scorsa 22 luglio durante la Santa Messa delle ore 10 a Frinco sono stati ricordati i tre missionari nati in paese nel secolo scorso: Carlo Ferrero, Giuseppe Gaspardone e Secondo Cantino.  La Messa è stata celebrata da Padre Vito Girotto, Missionario della SMA (Società Missioni Africane),  e confratello di Padre Secondo che molti frinchesi ricordano ancora dopo venti anni dalla sua dipartita.  Viviamo in un mondo dove le persone vengono dimenticate molto in fretta e sono poche le occasioni che ci permettono di ricordarle. Se di P. Secondo c’è ancora la memoria, gli altri due sono quasi completamente dimenticati, ma fortunatamente rimangono gli scritti e così proponiamo un breve riassunto della loro storia.

Padre Carlo Ferrero nacque in frazione San Defendente di Frinco il 13-05-1896: terminato il noviziato nel 1912, intraprese il corso degli studi filosofici ed era ormai alle soglie della teologia quando sopraggiunse la “grande guerra” che travolse nel suo vortice anche i chierici ed i giovani sacerdoti  della Congregazione fondata da Mons. Marello (Oblati di S. Giuseppe).  Ordinato Sacerdote nel 1922, partì per il Brasile nel 1926, dove svolse 50 anni di apostolato, sempre in umile posizione di subordinato, non avendo mai voluto accettare posti di comando, con francescana letizia e festosità di carattere. Spirò il 6 giugno 1976 ad Asti, nella casa di riposo intitolata al fondatore della sua Congregazione, dove era stato trasportato poco tempo prima dal Brasile, in seguito alle sue gravi situazione di salute.  Riposa nel cimitero di Frinco.

Padre Giuseppe Gaspardone è nato a Frinco il 7 Aprile 1913.  Entrato nel Seminario dei Missionari della Consolata di Torino nel 1924, nel 1935 ricevette il Sacro Presbiterato nella Chiesa Metropolitana di Torino.  Il 2 novembre 1937 si imbarcò sul “Mazzini” alla volta della Tanzania. Lavorò come aiutante a Wasa e poi a Tosamaganga fino al giugno 1943 e, dopo una breve sosta a Nyabula, nel novembre del 1943 raggiunse Ujewa.  P. Gaspardone è stato un Missionario che ha lavorato forte e con entusiasmo. Dio lo ha chiamato al premio mentre teneva uno strumento di lavoro in mano e in mezzo ai suoi lavoratori. Al tramonto del 21 maggio 1968, un infarto cardiaco lo stroncò all’improvviso. E’ sepolto a Ujewa, ma a Frinco è ricordato con una lapide nella tomba di famiglia.

Padre Secondo Cantino è nato a Frinco il 17 gennaio 1938.   Ha frequentato medie, ginnasio e liceo presso il seminario Vescovile di Asti.  Entrato nella SMA (Società Missioni Africane) nel 1958,  nel 1966 partì per l’Africa, in un primo tempo nella Diocesi di Gagnoa dove lavorò con padre Gariglio.  Ritornò in Italia dal 1979 al 1983 e assunse l’economato SMA di Genova.  Poi nuovamente in Costa d’Avorio nella baraccopoli di S. Pedro.  Nel 1987 i cugini Monica e Francesco andarono a trovare p. Secondo in Costa d’Avorio, e di lì nacque la loro collaborazione con la creazione del D.U.MA (Diamo Una Mano), delle adozioni a distanza e di tanti altri progetti. Ai primi di agosto del 1997 p. Secondo rientrò urgentemente in Italia per motivi di salute.  Il 15 novembre 1998 ci lasciò per raggiungere la “Vita del Cielo”, proprio nel momento in cui il cugino Francesco riceveva a Torino l’Ordinazione Diaconale.  P. Secondo riposa nel cimitero di Frinco.

Gesù ha scelto questi tre Padri, li ha chiamati, li ha inviati in terre diverse, e loro hanno risposto alla chiamata, forti della presenza dell’amore di Dio in loro, e sono stati testimoni del Vangelo e messaggeri di pace e fraternità per tutta la loro vita.
Sandra Cantino

 

p-carlo-ferrerop-giuseppe-gaspardonepadre-secondo-cantino-x-quadro